• La portavoce del Partito popolare andaluso, Maribel Torregrosa, afferma che è “assolutamente indegno” che né Marlaska né Sánchez abbiano ancora dato una sola spiegazione, motivo per cui ribadisce che “il ministro deve dimettersi o essere licenziato immediatamente”.

Maribel Torregrosa Marlaska

La portavoce del PP dell'Andalusia, Maribel Torregrosa, condanna “disprezzo assoluto” che il ministro Marlaska sta manifestando nei confronti delle forze e degli organi di sicurezza dello Stato, quando sette giorni dopo la mafie del narcotraffico ha posto fine alla vita di due dipendenti pubblici, “non ha dato una sola spiegazione, né si è dimesso”.

“E cosa ancora più grave”, sottolinea, “Anche Sánchez non ha potuto farsi vedere davanti alle famiglie, né si è assunto la responsabilità di licenziare il ministro”. “E 'scandaloso", ha detto, sottolineando che "La sicurezza di questi agenti non potrà essere nelle loro mani per un altro giorno. Deve dimettersi o essere licenziato il prima possibile.".

Marlaska deve perdere il perdono e andarsene

E prima ancora”mancanza di umanità dimostrato nei confronti delle famiglie e dei professionisti”, Maribel Torregrosa ha chiesto al ministro “chiedere perdono e andarsene perché questa situazione non consente altra risposta”.

Torregrosa ha dimostrato”il massimo rispetto e sostegno” del Partito Popolare nei confronti dei professionisti sia della Guardia Civil che del resto delle Forze e degli Organismi di Sicurezza dello Stato che questo venerdì si riuniranno per chiedere condizioni di lavoro dignitose. “Il nostro riconoscimento a questi dipendenti pubblici”, ha detto, “che ogni giorno rischiano letteralmente la vita per difendere i diritti e le libertà di tutti i cittadini”.

 

Ascolta e agisci

“Se Marlaska e Sánchez non vogliono ascoltare il Partito Popolare, bene”, dice, “ma è loro obbligo ascoltare i professionisti e fornire soluzioni ai loro problemi”. “E, soprattutto, ascoltate quella madre che, lacerata dal dolore nel vedere come una nave della droga ha tolto la vita a suo figlio e alla sua compagna, che dovevano prendere il mare su uno zodiaco con l'unico scudo del proprio corpo. “Se non sono capaci nemmeno di questo, è perché Non sono degni della posizione che ricoprono"Aggiunge.

Il deputato nazionale e membro della Commissione Interni del Congresso dei Deputati ritiene “giustizia e urgente"che il Governo dichiarare una volta per tutte il lavoro della FCSE come una “professione a rischio”. "Quanti altri agenti dovranno morire in atto di servizio a causa dell’attacco delle mafie che si sentono ogni giorno più potenti e impunite?”, si è chiesto.

 

Mezzi decenti e Zona di Singolarità Speciale

Torregrosa difende l'urgenza dell'avere unità permanenti della Guardia Civile e della Polizia Nazionale nella provincia di Cadice per combattere il traffico di droga. “Non si tratta di un problema specifico, ma strutturale, ed è essenziale garantire la protezione delle coste dal traffico di droga”. Inoltre, chiedi mezzi materiali decenti combattere “ad armi pari” le mafie che operano sia sulle coste di Cadice che su quelle orientali. “È inaccettabile che ci siano sei barche a Cadice, due ad Algeciras e altre tre ad Almería, tutte danneggiate da mesi. e senza una pronta riparazione."

 

Inoltre, il portavoce del popolo popolare andaluso sottolinea l'importanza di dichiarare Zona di singolarità speciale l’intera provincia di Cadice, sostenendo la riattivazione del gruppo operativo OCON Sud, la cui efficacia è riconosciuta nel Rapporto della Procura Antidroga 2022, con più di 10.000 detenuti, più di 1.400 tonnellate di droga e più di 300 milioni di euro di beni sequestrati. "Il governo lo ha smantellato senza dare spiegazioni", ha osservato, "e temiamo fortemente che non lo faccia nemmeno adesso".

 

Nonostante il PP abbia richiesto la presenza del ministro sia al Senato che al Congresso, Torregrosa ha denunciato che “il ministro Marlaska ha deciso di non presenziare. Questo non ha lasciapassare, perché come capo degli Interni e responsabile della sicurezza della nostra FCSE deve farsi vedere il prima possibile invece di nascondersi, come ha fatto nell'ultima settimana. “Devi farlo per rispetto per le famiglie".

 

Il disprezzo del PSOE e del Marlaska non ha limiti

"Fino a che punto è capace di spingersi il PSOE nel suo disprezzo per le nostre forze dell’ordine?", si è chiesto, ricordandolo questo mercoledì Al Parlamento europeo i socialisti e i loro alleati di Sumar, BNG, Podemos ed Esquerra hanno votato contro la proposta di un sindacato di polizia per riconoscere le forze di sicurezza come professioni rischiose e proteggerli dagli attacchi dei criminali, inasprendo le sanzioni per coloro che affrontano gli agenti di polizia in tutta l’Unione europea.

Hanno votato no, ma l'iniziativa è andata avanti e sarà discussa il 19 marzo grazie al sostegno del Partito Popolare. “Non siamo come il PSOE, che rifiuta di promuovere minuti di silenzio in alcune istituzioni, come il Parlamento della Catalogna (facendo come Bildu il giorno prima a Pamplona), o che attribuisce la tragedia al fatto che ci sia stata una "tempesta". “Saremo sempre dalla parte della FCSE", ha stabilito prima di assistere alla concentrazione delle associazioni.

 

Appoggio del Partito Popolare nelle province