• Il segretario generale del PP dell'Andalusia, Antonio Repullo, ha sottolineato che questo “decollo economico e industriale” è il risultato delle politiche di cambiamento del governo di Juanma Moreno basate sulla competitività fiscale, sulla semplificazione amministrativa e sulla stabilità.

• Durante l'inaugurazione della Scuola d'Autunno del Partito Popolare di Huelva, che si tiene ad Aracena, ha anche ringraziato la maggioranza degli abitanti di Huelva per la loro fiducia nel progetto del PP.

Il segretario generale del PP dell'Andalusia, Antonio Repullo, ha sottolineato la “leadership sempre più forte” della provincia di Huelva nel campo dell'industria mineraria, chimica ed energetica, i tre grandi riferimenti dell'industria sostenibile attorno alla quale Huelva La provincia è già riuscita ad attrarre progetti che superano i 3.000 milioni di euro e che genereranno più di 7.000 posti di lavoro nei prossimi anni in questo territorio.

In questo senso, Repullo ha valorizzato l’attività del polo chimico di Huelva, che ha un ruolo essenziale nello sviluppo delle energie rinnovabili, dei biocarburanti o dell’idrogeno verde, con società collegate importanti come Cepsa, Fertiberia o Iberdrola. Allo stesso modo, ha sottolineato che Huelva è attualmente il leader indiscusso nel settore dell'estrazione dei metalli, con il 92% della produzione dell'Andalusia.

A suo avviso, “il settore minerario è un motore di ricchezza e occupazione per Huelva”. Per questo ha assicurato che "la Junta de Andalucía si impegna per un'industria mineraria sostenibile, rispettosa dell'ambiente e delle persone", con programmi come il Plan Crece Industria, "che permetterà di generare lavoratori qualificati e stabili occupazione in un settore strategico per l’economia di questa provincia”.

Il segretario generale del Partito Popolare Andaluso sottolinea che “tutto ciò non è il risultato del caso, ma piuttosto la conseguenza di politiche ben precise che il governo di Juanma Moreno ha cominciato ad applicare quasi cinque anni fa e la cui formula di successo è la combinazione di una competitività della politica fiscale, della semplificazione della burocrazia e di una stabilità politica e istituzionale quasi unica nel nostro Paese. 

E a tutto ciò bisogna aggiungere una gestione molto attenta alla strada, un ascolto costante dei cittadini, il dialogo e il consenso con gli attori economici e sociali per offrire agli andalusi le migliori soluzioni possibili ai loro problemi e servizi pubblici adeguati e di qualità sempre più elevata.

Repullo ha affermato che “come Partito Popolare dell'Andalusia crediamo nel potenziale che esiste in questa terra” e “continueremo a lavorare per proiettare la ricchezza di questa provincia da tutte le amministrazioni, sfruttando l'opportunità che abbiamo di lavorare fianco a fianco con tutti i Consigli Comunali e anche, per la prima volta, con il Consiglio Provinciale”. Una pietra miliare per il PP dell'Andalusia che il segretario generale del partito ha voluto sottolineare ringraziando sentitamente la maggioranza degli abitanti di Huelva per la fiducia riposta nel progetto del PP negli ultimi eventi elettorali. 

“Stiamo riuscendo ad andare di pari passo con l’intera società, dimostrando che insieme possiamo cambiare le cose”, ha affermato. A suo avviso, “il sigillo di qualità del Partito Popolare dell’Andalusia è che offre una garanzia di buona gestione ai nostri vicini” e “lo facciamo senza alzare muri, come fanno altri”, sottolinea, “costruendo ponti verso comprensione, dialogo e rispetto”. In linea con ciò, Antonio Repullo ha valutato il progetto di Legge di Bilancio della Junta de Andalucía per il 2024, che contiene la cifra storica di 342 milioni di euro di investimenti per la provincia di Huelva, ma che ha ricevuto il rifiuto totale del PSOE. . 

Tuttavia, il segretario generale del PP dell'Andalusia ha affermato che "non importa quante cose ci vorranno mettere tra le ruote, non permetteremo a nessuno di fermare l'Andalusia" e ha annunciato che "se si esige che il Il Partito Popolare dell’Andalusia sarà molto attento alla pianificazione elettrica di cui questa provincia ha particolarmente bisogno”, perché “se non ci sono linee elettriche, non c’è sviluppo”. E ribadisce: “continueremo a chiedere allo Stato di rispettare questi terreni affinché le infrastrutture pendenti diventino realtà”. “L’Andalusia ha bisogno di un piano ferroviario moderno e funzionale che risolva i problemi di mobilità dei cittadini”.

Di fronte ai muri: dialogo, uguaglianza e solidarietà

Ci sono molte questioni in sospeso che il PP dell'Andalusia non smetterà di rivendicare, soprattutto in questo momento in cui gli accordi che hanno reso possibile la continuità del governo Sánchez rappresentano la rottura dell'uguaglianza tra gli spagnoli. A questo punto Repullo ha sottolineato ancora una volta che "il Pp è stato lasciato solo nella difesa dei valori fondamentali, come l'uguaglianza, la solidarietà e il rispetto delle nostre norme democratiche". 

Il segretario generale del PP dell'Andalusia ha sottolineato che "mentre Sánchez e i suoi soci si vantano di voler costruire muri per separarci, il Partito Popolare cerca di costruire ponti di comprensione e di convivenza". Quindi ha concluso ribadendo che “nel PP dell'Andalusia ci impegniamo con le persone. “Noi siamo il partito che vuole difendere gli interessi di tutti”. “Lo facciamo nelle istituzioni e anche incanalando le richieste della popolazione nelle strade”.

Da parte sua, il presidente del PP di Huelva, Manuel Andrés González, ha sottolineato che la Scuola d'Autunno inaugurata oggi servirà come punto d'incontro per “ascoltare e imparare, insomma, affinché” ciascuno contribuisca con il suo granello di sabbia affinché che continuiamo a crescere politicamente”.

La Scuola d'Autunno ci permetterà di affrontare temi attuali come le sfide della nuova legislatura. In questo senso, González ha sottolineato che in un anno ricco di cambiamenti in cui "abbiamo iniziato un nuovo ciclo politico in molti consigli comunali della provincia" dopo le elezioni municipali di maggio, era necessario avere un punto d'incontro dove si affrontare “questioni molto pratiche e utili per ampliare la conoscenza”.