Asier uniti-broceta, naturale di Algeciras ha scoperto un farmaco contro il cancro: la pillola NXP900 che può inibire una proteina presente nei tumori in stadi molto avanzati. Un esempio dell'impegno degli andalusi nel campo della ricerca scientifica, ovunque si trovino.

In una svolta senza precedenti, il professore di chimica farmaceutica Asier uniti-broceta, è stata la mente dietro lo sviluppo di un nuovo farmaco con il potenziale di cambiare il paradigma dell' trattamento del cancro. Conosciuto come NXP900, questo farmaco è il risultato di un decennio di ricerca e promette di essere un'arma potente contro vari tipi di tumori maligni, soprattutto quelli in stadio avanzato.

Uno sviluppo multimilionario

Il progetto inizialmente faceva parte del Istituto di genetica e cancro, Università di Edimburgo. Nel 2021, Nuvectis Pharma, azienda farmaceutica americana, ha acquisito i diritti per lo sviluppo del farmaco per oltre tre milioni di euro. L’inizio degli studi clinici è previsto per quest’estate, segnando un passo fondamentale verso l’approvazione del farmaco.

Inibizione proteina-specifica

Il farmaco ha, secondo studi precedenti, un «grande efficienza» per trattare una serie di tumori. Inizialmente si concentrerà sul cancro al seno, anche se potrebbe essere indicato anche per trattare altri tipi di cancro, come il cancro al seno. cancro al colon.

NXP900 è notevole per la sua capacità di inibire una proteina specifica nota come SRC. Questa proteina svolge un ruolo cruciale nella proliferazione delle cellule tumorali e nella loro capacità di metastatizzare. “È un farmaco classico con un metodo più innovativo", Spiegare Unciti-Broceta, il quale aggiunge che l'inibizione di questa proteina potrebbe rappresentare un progresso enorme nella lotta contro il cancro.

Asier Unciti-Broceta: il volto umano della Scoperta

Unciti-Broceta Non è estraneo al riconoscimento. Quest'anno gli è stato assegnato uno dei Bandiere dell'Andalusia nella provincia. Da un "piccolo laboratorio» Con un solo dottorando all'inizio, il loro lavoro ha portato a una delle scoperte più importanti della storia del Università di Edimburgo.

Sebbene il farmaco sia progettato per curare e non prevenire il cancro, la sua precisione a livello molecolare potrebbe rendere obsoleti i trattamenti convenzionali, come la chemioterapia. "Questo è il futuro", dice. Unciti-Broceta, che sottolinea che il prossimo passo nel trattamento del cancro è lo sviluppo di immunoterapie più efficaci.

Altre anticipazioni del professor Asier Unciti-Broceta

Inoltre, parallelamente, l'uomo di Algeciras sta lavorando anche a un impianto metallico che potrebbe rilasciare il composto necessario direttamente nella sede del tumore. Questo approccio potrebbe essere applicato anche alla gestione del dolore, affrontando i problemi di dipendenza associati agli oppioidi.

Lo sviluppo di NXP900 Potrebbe essere un punto di svolta nel modo in cui comprendiamo e trattiamo il cancro. Non solo rappresenta una nuova arma nella lotta contro questa malattia, ma dimostra anche come la ricerca e la collaborazione interdisciplinare possano portare a progressi rivoluzionari che hanno il potenziale per salvare vite umane.