• I popolari presentano una PNL in Parlamento per richiedere la creazione di un piano di rientro per gli operatori sanitari.
• Loles López si rammarica che l'Andalusia abbia perso più di 7.770 operatori sanitari negli ultimi anni.

La segretaria generale del Partito popolare andaluso, Loles López, ha mostrato l'impegno del suo partito a "preservare la salute pubblica come pilastro fondamentale del benessere di fronte agli attacchi dei governi socialisti autonomi che, anche con il sostegno di IU e Podemos , ha deciso di smantellare”.

López ha informato della proposta non legale (PNL) che il popolo porterà alla prossima sessione plenaria del Parlamento in modo che la Junta de Andalucía approvi un piano per il ritorno degli operatori sanitari.

"Il Partito Popolare ha sempre difeso con fermezza la salute pubblica" e per questo celebra questa iniziativa che mira a "migliorare le condizioni professionali ed economiche" degli operatori sanitari, pur deplorando che l'Andalusia abbia perso negli ultimi anni 7.773 professionisti sanitari e che la comunità è stato in coda alla Spagna negli investimenti sanitari.

Il PNL chiede inoltre la stabilizzazione del personale dei presidi sanitari con contratti a lungo termine e l'effettuazione di bandi pubblici ogni due anni. Inoltre, include la creazione di un ufficio di ritorno per riportare in Andalusia i professionisti della salute che "il PSOE non ha mai permesso loro di esercitare nella loro terra", e farlo con una cronologia che renda effettivo questo ritorno dei professionisti.
uguaglianza reale

López ha anche difeso l'impegno del PP per "l'uguaglianza reale" e ha assicurato che se la prossima manifestazione 8M "è in difesa dell'uguaglianza di uomini e donne, ha il rispetto e il sostegno del PP, ma vedremo in questi giorni se è così o se, come le cose stanno facendo notare, gli altri partiti politici useranno la donna e quel giorno per fare campagna elettorale e appropriarsi di qualcosa che non appartiene a nessun partito politico”.

Inoltre, ha aggiunto che il PP-A realizzerà il suo atto di partito "in cui riconosciamo l'uguaglianza delle donne e il lavoro di donne coraggiose che si fanno strada in un mondo per loro difficile, in un atto che è un omaggio a loro”.