• Il presidente del PP andaluso annuncia che "stiamo entrando in un'altra fase del negoziato" ed esprime l'auspicio che "il nuovo governo possa entrare in funzione il prima possibile"

• “Chiedo sempre velocità e ora non ci dovrebbero essere scuse. Stiamo entrando in un nuovo tempo e non possiamo deludere gli andalusi"

• “Non permetteremo a Pedro Sánchez di vendere alla Spagna. L'Andalusia si opporrà frontalmente alle disuguaglianze tra i territori", ha affermato.

Il presidente del PP andaluso, Juanma Moreno, ha annunciato questo venerdì che è stato raggiunto un accordo programmatico con Ciudadanos per "il governo solido e forte che vogliamo creare in Andalusia". "Un governo che affronti le grandi sfide che abbiamo in sospeso in termini di servizi pubblici, rigenerazione democratica e altre questioni", ha detto Moreno, che ha anche manifestato il desiderio che l'accordo definitivo e l'investitura avvengano "il prima possibile, e il governo comincia a lavorare, perché prima comincia a lavorare, prima inizieremo a risolvere i problemi degli andalusi”.

Juanma Moreno ha annunciato che l'accordo chiuso questa mattina contempla 20 misure che saranno attuate nei primi 100 giorni di governo e che costituiranno "la road map per il consiglio di governo". Quel documento si inserisce in un altro più ampio, compreso tra 80 e 90 provvedimenti per l'intera legislatura.

Moreno ha indicato che, una volta raggiunto questo accordo, "si avvii immediatamente il negoziato per la formazione della Giunta del Parlamento e del Governo". “Chiedo sempre velocità, e ora non dovrebbero esserci scuse. Stiamo entrando in un nuovo tempo e non possiamo deludere gli andalusi”, ha affermato Juanma Moreno, che ha concluso che “la buona notizia del cambiamento raggiungerà presto tutte le case dell'Andalusia”.

Moreno, che ha presieduto il Consiglio di Amministrazione delle Nuove Generazioni in Andalusia, ha assicurato "non ci sarà limite al negoziato, ci sederemo con tutti, per condividere idee e imparare da tutti, in modo che i problemi della Gli andalusi possono essere risolti il ​​prima possibile".

Il presidente del PP andaluso ha affermato che "c'è una generazione di giovani andalusi che per la prima volta vede una possibilità di vero cambiamento in Andalusia". "Gli andalusi hanno detto che è finita, hanno chiesto con forza il cambiamento, e se sarò presidente, i giovani smetteranno di essere invisibili, saranno permanentemente nell'agenda del cambiamento".

Juanma Moreno ha anche affermato che il governo di Pedro Sánchez "non ce la fa più, e ha truffato ancora una volta gli spagnoli". “Pedro Sánchez deve sentirsi presidente di tutti i territori. Si vende ripetutamente, ma non gli permetteremo di vendere alla Spagna", ha detto Moreno, che ha annunciato che "se ottengo la fiducia della Camera, l'Andalusia si opporrà direttamente alle disparità tra i territori, tutti gli spagnoli devono hanno gli stessi diritti e opportunità”. Juanma Moreno ha indicato che "saremo una garanzia di uguaglianza tra gli spagnoli e chiederemo parità di trattamento anche in termini di finanziamento". “Crediamo nell'Andalusia e crediamo nella Spagna. L'Andalusia è una parte essenziale della Spagna e deve essere il contrappeso al movimento indipendentista che non lo sostiene”, ha affermato.