• Il segretario generale del PP interviene al convegno "I bilanci del cambiamento in Andalusia"
• "Qui non si ferma, i conti sono stati approvati ma continuiamo a lavorare con loro"
• “I bilanci sono migliorati grazie al contributo di tutti i gruppi parlamentari. È la prima volta che ciò accade grazie alla capacità di dialogo del PP"
Il segretario generale del Partito popolare andaluso, Loles López, ha sottolineato questo giovedì che il PP ha dimostrato ancora una volta "di essere il partito del dialogo in Andalusia" dopo l'approvazione del progetto di legge di bilancio per il 2019. Durante il convegno "Los Budgets del Cambio dell'Andalusia' che i popolari hanno celebrato a Carmona, López ha sottolineato che "il PP non si ferma e dopo l'approvazione dei conti, continuano a lavorare con loro".

Ha ricordato che i primi conti non socialisti in Andalusia "sono i più sociali della storia, poiché aumentano di 1.700 milioni le voci per Sanità, Istruzione e Dipendenza", tre settori "di cui il PSOE era la bandiera ma di cui il governo di change ha scoperto che erano i tre grandi inganni del socialismo e di Susana Díaz, che nascondeva mezzo milione di pazienti in lista d'attesa nei cassetti per mascherare i dati”.

Il segretario generale non ha dimenticato che i conti "finalmente abbassano le tasse per tutti gli andalusi", e che lo sconto del 99% sull'imposta sulle successioni e donazioni renderà "gli andalusi paragonabili a quelli di altre comunità e non sono, almeno in questo aspetto, discriminati pagando più tasse che nel resto del Paese”.

Il dialogo del governo del cambiamento è stato evidenziato anche da López, visto che "è la prima volta che i conti hanno emendamenti da parte di tutti i gruppi del Parlamento perché il dialogo ha prevalso". Per questo i bilanci “sono migliorati grazie al contributo di tutti i gruppi”.

Infine, ha sottolineato che il governo di Juanma Moreno è alla guida della Junta de Andalucía da sei mesi e che si continuerà a fare "uno sforzo enorme" per rendere questa terra "un leader nella creazione di posti di lavoro, attrarre nuovi e migliori investitori , eliminare gli ostacoli burocratici agli imprenditori e ridurre il vergognoso tasso di disoccupazione che il PSOE si è lasciato alle spalle. Insomma, creare ricchezza e creare occupazione”. Per tutto questo "molto resta da fare ma dal Partito Popolare c'è tanta voglia e forza di continuare a lavorare per l'Andalusia", ha concluso.