• "Tutto ciò che noi andalusi abbiamo ottenuto con fatica e sacrificio è messo a rischio e ci saranno due persone al comando: Pedro Sánchez e Susana Díaz"
• Il presidente del PP andaluso visita Medina Azahara e "senza crepe" sostiene la dichiarazione come sito del patrimonio mondiale dell'UNESCO

La presidente del PP andaluso, Juanma Moreno, ha avvertito oggi delle "gravi conseguenze" che potrebbe avere per la Spagna e l'Andalusia la mozione di censura sollevata da Pedro Sánchez, a cui la presidente della giunta, Susana Díaz, ha mostrato il suo sostegno . A suo avviso, con questo appoggio, il segretario generale dei socialisti andalusi "sta caricando una bomba a orologeria che sta per esplodere su tutti noi".
Per Moreno, Sánchez ha preso una decisione "tremendamente irresponsabile", che "promuove l'incertezza" e che "avrà una conseguenza diretta sull'economia, il progresso e l'occupazione in Spagna e in Andalusia". Infatti, ha precisato, da quando era noto l'annuncio della mozione, il premio al rischio è passato dai 70-80 punti ai 140 di oggi e il valore di borsa di tutti gli enti finanziari ha perso il 6-7%.
"Il semplice annuncio di questa mozione ha generato un'enorme paura negli investitori e nei mercati, che si traduce in instabilità, perdita di crescita economica e occupazione e rallentamento dell'economia spagnola e andalusa", ha affermato Moreno.
Il leader del PP andaluso ha ribadito che questa mozione che Sánchez ha presentato "in modo frivolo" e che è sostenuta fin dall'inizio da Susana Díaz "ha conseguenze per le cose da mangiare, l'occupazione, lo sviluppo e il benessere degli andalusi".
Juanma Moreno ha affermato che se le cose andranno bene in Spagna, andranno bene anche in Andalusia, e che la comunità "non avrà stabilità se non ci sarà un governo forte in Spagna", per "continuare sulla via della ripresa economica".
Ha detto che se la presidente del Consiglio non cercherà di evitare questa irresponsabilità, sarà "responsabile dei problemi di instabilità economica e occupazionale e di benessere che questa mozione può generare, che l'unica cosa che cerca è un buco per Pedro Sánchez per uscire dall'angolo in cui si trovava".
“Tutti abbiamo fatto molti sforzi e sacrifici per uscire dalla grave crisi che abbiamo avuto nel 2011 e avere un percorso di ripresa e creazione di lavoro e ricchezza. Tutto ciò che abbiamo costruito con fatica e sacrificio è messo a rischio e avrà due responsabili: Pedro Sánchez e Susana Díaz”.
SOSTEGNO A MEDINA AZAHARA COME SITO PATRIMONIO MONDIALE DELL'UNESCO
Juanma Moreno ha rilasciato queste dichiarazioni a Córdoba durante una visita a Medina Azahara per sostenere la dichiarazione della città califfale come patrimonio mondiale dell'UNESCO. Il presidente del PP Andaluz ha affermato che questa dichiarazione significherebbe un importante "rafforzamento" per il marchio di Córdoba, Andalusia e Spagna e un "riconoscimento del nostro passato, della nostra bellezza e della nostra forza".
Ha detto di sentirsi "entusiasmato" per questa candidatura che, ha sottolineato, sta ricevendo il sostegno di tutte le istituzioni, a quel punto ha chiesto al Consiglio "più finanziamenti" per continuare ad approfondire l'indagine e la conservazione del patrimonio artistico di Medina Azahara e migliorare gli accessi ei servizi affinché il monumento "brilli di molta più luce".