• Il presidente del Partito popolare andaluso e della giunta ha osservato che "quando si genera fiducia, l'economia migliora", come sta accadendo in Andalusia
• "Non accettiamo lezioni da nessuno nelle politiche sociali, né nell'ambiente, né nell'economia, né nella difesa e integrità della nostra grande nazione"
• "Hanno detto che non saremmo riusciti a spezzare l'inerzia di 40 anni di socialismo, ma negli ultimi dieci mesi l'Andalusia ha respirato e visto il futuro in modo diverso"

Il presidente del Partito popolare andaluso e della giunta, Juanma Moreno, ha sottolineato questa mattina che in soli dieci mesi di governo ha realizzato per l'Andalusia "un governo moderato, dialogante e riformista che è riuscito a generare fiducia in tutti i settori", indicando anche al fatto che “quando si genera fiducia, l'economia migliora”.

Nella XXIV Interparlamentare del PP che si tiene ad Alicante, Moreno ha ricordato come i più pessimisti gli dissero che il Governo del cambiamento non sarebbe riuscito a spezzare l'inerzia di 40 anni di socialismo, ma ha difeso quel "dialogo con i suoi partner e con il resto della società" sta riuscendo a cambiare quell'inerzia.

Così, ha ricordato come l'Andalusia superi la media nazionale nell'attrarre investimenti esteri; come le misure per i nuovi lavoratori autonomi abbiano fatto sì che il 75% dei nuovi lavoratori autonomi in Spagna si trovino in Andalusia e come, per la prima volta, l'economia andalusa cresca al di sopra della media spagnola "convergendo con il resto della Spagna". "Che curioso che per dieci mesi in Andalusia si sia respirato e visto il futuro in modo diverso", ha ironizzato Moreno.

Ha ricordato che il Governo del cambiamento "ha realizzato cose che sembravano impossibili, come i bilanci 2019 e l'accordo per il 2020. "Mi hanno detto di prorogare quelli del 2019, ma li abbiamo fatti e abbiamo già eseguito un miliardo di euro in più di negli ultimi resoconti del governo socialista. Mi hanno detto che entro il 2020 non ci sarebbe stato e abbiamo già firmato l'accordo, perché nel Pp sappiamo negoziare e sappiamo sbloccare”, ha rimarcato.

Per tutti questi traguardi in soli dieci mesi, "non permettiamo lezioni a nessuno, perché abbiamo investito 1.300 milioni in più nella Sanità, 500 milioni in più nell'Istruzione e 150 nelle Dipendenze". "Né lezioni di politiche sociali, né di ambiente, né di economia, né di difesa e integrità della nostra grande nazione che è la Spagna", ha rimarcato.

Moreno ha insistito sul fatto che c'è ancora molto da fare. "Abbiamo bisogno di un governo amico che prenda la lealtà istituzionale con rispetto e aggiunga riforme per adattarsi meglio all'economia e generare benessere e produttività".

Per questo ha evidenziato la necessità che Pablo Casado sia il prossimo presidente del Paese 11 de noviembre, "perché non dobbiamo avere complessi, siamo il partito della grande borghesia spagnola, la spina dorsale di questo grande progetto politico". “Abbiamo bisogno di te presto, quando prima. Sono molte le illusioni che suscitiamo in questa campagna e vedremo come la maggioranza la sosterrà in seguito 10 de noviembre", Ha concluso.