• Il presidente del PPA critica il governo che "aumenta le tasse e danneggia l'immagine della Spagna"
• "Il ministro Montero è stato il ministro della Salute che ci ha lasciato in eredità i gravi problemi che stiamo soffrendo e il ministro delle Finanze che è entrato nelle tasche di tutti gli andalusi"
• “Il Governo del cambiamento ha raggiunto la stabilità di bilancio e istituzionale, e ha iniettato 1.300 milioni in più alla Sanità; 500 in Educazione e 150 per Unità”

Il presidente del Partito popolare andaluso, Juanma Moreno, ha criticato questa mattina la mancanza di riforme che il governo di Pedro Sánchez ha intrapreso "e che sono molto importanti per completare tutto ciò che sta facendo il governo del cambiamento in Andalusia". "Sánchez non è riuscito a prendere un solo provvedimento economico e quel poco che ha fatto è andato nella direzione opposta, perché ha alzato le tasse e sta danneggiando l'immagine della Spagna".

In un atto a Jerez con i candidati popolari a Congresso e Senato, Moreno ha dichiarato di diffidare del ministro Montero come capo del ministero delle Finanze. "È il ministro della Salute andaluso che ci ha lasciato in eredità i gravi problemi di salute che stiamo soffrendo ora e che stiamo cercando di ordinare ora", ha specificato Moreno. Nello stesso senso, ha ricordato che "è stata anche la ministra delle finanze andalusa che ha messo la mano nelle tasche di tutti gli andalusi".

Pertanto, ha chiesto ai cittadini di sostenere il prossimo PP 10 de noviembre "perché dall'Andalusia possiamo continuare a lavorare con gli obiettivi prefissati", ma ha ricordato: "Capisco che alcuni siano impazienti e ci ricordino le riforme che abbiamo annunciato, ma tenete presente che siamo al governo da dieci mesi e stiamo cercando di risolvere i problemi causati da 40 anni di socialismo. Chi dice che dovevamo sistemarli non può che farlo in malafede, perché vuole che in dieci mesi risolviamo problemi che aspettano da 40 anni”.

Tra le conquiste del governo del cambiamento in così poco tempo, Moreno ha ricordato lo sconto del 99% sull'imposta sulle successioni e donazioni, nonché la "stabilità di bilancio e istituzionale quando vediamo intorno a noi due anni di paralisi dalla mozione di no di Sánchez fiducia”. A questo proposito ha ricordato che Sánchez "ha raggiunto la presidenza del governo grazie a fake news da allora siamo stati bloccati".

Non ha dimenticato che il Governo del Cambiamento ha già iniettato “1.300 milioni di euro in più per la Sanità; 50 per l'istruzione e 150 per le dipendenze", e ha annunciato che per tutta la legislatura "continueremo ad abbassare le tasse per tutti gli andalusi".

Durante il suo intervento, il presidente regionale del PP e della Giunta ha insistito sul fatto che "Sánchez ha dimostrato di non essere qualificato per governare", e che ogni volta che governa il PSOE "arrivano cattive notizie economiche". “Succede sempre, con il socialismo la disoccupazione aumenta e la povertà aumenta. Non ricadiamo nell'errore che possano ulteriormente deteriorare la nostra economia. Queste elezioni sono una grande opportunità per riportare ordine e buon senso nel Paese”.

Moreno ha voluto anche inviare un messaggio alla Catalogna, "una comunità sorella con molti legami familiari, sociali e storici con l'Andalusia a cui inviamo il nostro pieno sostegno a coloro che vogliono continuare a far parte della Spagna in pace".

Per quanto riguarda le candidature presentate dal Partito popolare sia al Congresso che al Senato, Moreno ha precisato che rappresentano "la pluralità e la diversità della provincia di Cadice", pur riunendo "gioventù, esperienza e capacità di gestione per difendere gli interessi di tutto il popolo di Cadice”, ha concluso Moreno.