• Il presidente del PP assicura che domenica "siamo di fronte a un'enorme opportunità che non possiamo perdere per trasformare e migliorare la Spagna e correggere gli errori di un governo incapace"
• "Il cambiamento che sta avvenendo da dieci mesi in Andalusia serve anche alla Spagna, i nostri sforzi servono a poco se poi abbiamo un governo che mette i bastoni tra le ruote"
• "Pablo Casado è un punto di riferimento e ha una grande squadra intorno a lui con molta esperienza e capacità manageriali

Il presidente del Partito Popolare Andaluso, Juanma Moreno, ha chiesto il voto per il Partito Popolare la prossima domenica perché "siamo di fronte a un'enorme opportunità che non possiamo perdere per trasformare e migliorare la Spagna" e perché "abbiamo anche la grande opportunità di avere in Spagna il governo di cui l'Andalusia ha bisogno".

Alla manifestazione di chiusura della campagna, tenutasi a Malaga, Moreno ha ricordato che "siamo di fronte a una nuova crisi economica che potrebbe spazzare via la prosperità di tutti gli angoli dell'Andalusia". Inoltre, non ha dimenticato che "c'è una crisi istituzionale in Catalogna e che solo un progetto guidato dal PP è in grado di creare sette milioni di posti di lavoro". “Possiamo sbagliare, ma sappiamo gestire l'economia e sappiamo creare posti di lavoro. Lo sappiamo e lo vogliamo fare”, ha insistito Moreno.

Ha ricordato che il 10N ci troviamo "di fronte a una seconda occasione per correggere gli errori di un governo incapace, incapace di fare riforme e incapace di capire il popolo spagnolo". Insomma, ha detto, "è un governo che guarda solo a se stesso e crede solo a se stesso", ha lamentato.

Durante il suo discorso, ha chiesto a tutti i membri e sostenitori del Partito Popolare di aiutarlo "a far riflettere i cittadini" in modo che dopo le elezioni "nessuno si metta le mani in testa vedendo i possibili patti che Pedro Sánchez potrebbe fare", perché "Non sono solo un'altra elezione, ma piuttosto sono il grande preludio alle grandi decisioni che devono essere prese".

Così, ha ricordato che le decisioni di cui la Spagna ha bisogno sono già state prese da dieci mesi in Andalusia con il governo del cambiamento. “Da quando governiamo l'Andalusia le cose sono cambiate. È vero che ne vogliamo cambiare molti di più e che a volte il ritmo non è quello che voglio, ma l'eredità che abbiamo ricevuto dal passato è grande”. Nonostante ciò, ha assicurato che "tutti sanno che in Andalusia c'è un'aria nuova e un nuovo modo di rapportarsi all'amministrazione con i cittadini".

Moreno, però, ha rimarcato che del cambiamento che si sta vivendo in Andalusia “ne abbiamo bisogno anche per la Spagna” perché “tutto lo sforzo che stiamo facendo serve a poco se poi abbiamo un governo che non comprende l'enorme potenziale della nostra terra e che non è disposto a metterci la spalla e che continua a mettere i bastoni nella ruota”.

In questo senso il presidente del PPA si è congratulato perché in Andalusia non governa più “quella caratteristica arrogante del socialismo”, pur riconoscendo che “c'è ancora molto da fare perché ci sono stati molti tagli fatti dai socialisti” e che molte delle riforme che hai progettato hanno bisogno di tempo. "Alcuni, come l'eliminazione dell'imposta sulle successioni e sulle donazioni, sono immediati, ma altri hanno bisogno che seminiamo per poter raccogliere, poiché sono molti anni che questa terra ha subito l'abbandono da parte dello stesso governo dell'Andalusia".

Per questo ha sottolineato che per completare tutto questo sforzo "è necessario un compagno di viaggio" che veda l'Andalusia come una grande opportunità per la Spagna. "L'Andalusia vuole essere il leader dell'economia per contribuire alla grandezza di questa nazione e, data l'opportunità che abbiamo su 10N, dare una possibilità a Pablo Casado e al progetto politico che ha per questo paese".

Del popolare candidato alla presidenza del governo, Moreno ha detto che "è un uomo giovane, solvibile e preparato" e che ha "un'enorme illusione di migliorare questo Paese perché ama la Spagna e ne conosce tutti gli angoli". "Pablo Casado è un riferimento e ha intorno a sé una grande squadra con molta esperienza e capacità manageriali, motivo per cui meritiamo e abbiamo bisogno di questa opportunità", ha concluso.