• I popolari si offriranno in pieno consenso per chiudere un patto per la salute e raggiungere un grande accordo per la protezione di Doñana
  • Sottolinea che i "martedì del cambiamento" continuano a trasformare l'Andalusia di fronte alla "paralisi" e alla "pagina bianca" che erano all'ordine del giorno della direzione del PSOE

Il portavoce del Gruppo Popolare nel Parlamento andaluso, José Antonio Nieto, ha dichiarato oggi che "trasferiremo il nuovo stile del governo andaluso al Parlamento per raggiungere grandi accordi che contribuiscano a continuare a trasformare l'Andalusia". In questo senso, ha evidenziato la proposta del PPA di raggiungere un Patto per la Salute in questa sessione plenaria e la necessità di raggiungere un ampio consenso sulla protezione di Doñana.

Nieto ha sottolineato che "vogliamo cercare un grande accordo sul presente e sul futuro di Doñana e confidiamo che tutti i gruppi siano sensibili a questa realtà e alla necessità di proteggere il più grande tesoro ecologico dell'Andalusia e uno dei più grandi d'Europa".

Un accordo, ha detto, in cui "dobbiamo rendere compatibili le scelte sbagliate del precedente governo, che si proclama ambientalista ma che ha agito con decisioni contrarie alla

protezione dell'ambiente, evitando che responsabilità economiche molto importanti per gli andalusi possano derivare da queste decisioni sbagliate, e attuando misure di protezione per Doñana, concordate con il maggior numero di sostenitori, che ci permettano di essere sereni e sentirci orgogliosi del presente e del futuro di Doñana”.

In questa linea di consenso, Nieto ha affermato che in questa plenaria "promuoveremo l'intesa attorno al grande pilastro della politica assistenziale che è la salute". Per questo, ha affermato, "proporremo un grande Patto per la salute in cui non solo i gruppi politici, ma anche i professionisti e tutti i gruppi che possono contribuire a garantire, rendere sostenibile e migliorare la qualità della salute in Andalusia ".

Questo nuovo stile, ha aggiunto il portavoce del Gpp, contrasta con quello del Psoe che "ci ha abituati per anni alla paralisi di una settimana dopo l'altra in cui l'agenda dei consigli di governo era una pagina bianca". , i "martedì di cambiamento" del nuovo governo "continuano a trasformare l'Andalusia e cambiare la cattiva gestione e l'abbandono di decisioni importanti e riforme necessarie".

Così, ha ricordato che il governo andaluso ha deciso, ancora una volta, "di porre fine al caos socialista nell'uso del denaro pubblico approvando un piano per evitare di perdere un euro dei fondi europei che corrispondono alla comunità nel periodo 2014-2020 " e "mettere ordine" nel Water Canon.

A proposito di quest'ultima questione, ha sottolineato che "in 8 anni sono stati raccolti 730 milioni di euro, ma il governo del PSOE ha eseguito solo 219 milioni, quindi ci sono 511 milioni che ha addebitato agli andalusi ma non hanno raggiunto l'obiettivo previsto". .

Pertanto, ha insistito, "i soldi degli andalusi dovrebbero essere usati per risolvere i problemi degli andalusi, non i problemi dei socialisti".

Oltre a mettere ordine nel caos socialista, ha concluso Nieto, "il governo andaluso prende decisioni importanti che avvantaggiano molti andalusi e che hanno una spiccata natura sociale", come l'elaborazione di un diritto di famiglia e di una legge sul sostegno all'istruzione. Entrambi i regolamenti cercano di migliorare il sostegno alla riconciliazione e sostenere la protezione delle famiglie, con particolare attenzione alle donne.

A %d blogger come questo: