• "I prossimi bilanci continueranno a garantire i diritti essenziali, contribuendo allo sviluppo economico e tutelando l'ambiente"
  • Il PPA chiede le "dimissioni immediate" del capo del PSOE di Huelva a capo del Consiglio provinciale di Huelva dopo essere stato indagato nel caso Aljaraque

Il portavoce parlamentare del Partito popolare andaluso, José Antonio Nieto, ha incoraggiato ad “essere responsabili” nella gestione dei fondi europei dopo che “a causa dell'inazione dei governi del PSOE, quasi 6.500 milioni di euro sono rimasti non certificati” da queste risorse Ue.

Nieto ha assicurato che "il governo di Juanma Moreno è la migliore garanzia per una corretta gestione ed esecuzione dei fondi europei disponibili per l'Andalusia nel piano 2014-2020", di cui i precedenti dirigenti socialisti "hanno certificato solo in più di cinque anni circa 1.585 milioni degli 8.000 milioni disponibili”.

Con questo, “il governo andaluso ha solo un anno per fare ciò che il PSOE non ha fatto, prendere le misure necessarie affinché queste risorse pubbliche vadano a migliorare la qualità della vita degli andalusi; fornire servizi quali sanità, istruzione e comunicazioni; creare occupazione e rendere l'Andalusia più competitiva”.

Su questa linea, come ha sostenuto il portavoce parlamentare, andranno anche i bilanci andalusi per il 2020, su cui si sta già lavorando. "Saranno bilanci sulla stessa linea di quelli del 2019, impegnati nei servizi di base e che garantiscono i diritti essenziali degli andalusi".

Insieme a questo, “con questi budget vogliamo migliorare la competitività del nostro territorio e contribuire allo sviluppo economico rendendolo compatibile con il rispetto e la cura dell'ambiente”.

Per quanto riguarda quest'ultimo, Nieto ha riferito dell'impegno del PPA, insieme al governo andaluso, per "l'economia circolare, i progetti di sviluppo di energia pulita, l'impegno per la cura delle aree strategiche dell'Andalusia e il miglioramento della gestione dell'acqua, in particolare i residui, che ha stato uno dei grandi abbandoni del PSOE nei suoi anni di governo”.

IL PPA CHIEDE LE IMMEDIATE DIMISSIONI DEL SOCIALISTA CARABALLO Il portavoce parlamentare del PPA ha chiesto le "immediate dimissioni" del socialista Ignacio Caraballo da presidente del Consiglio provinciale di Huelva dopo aver appreso che il giudice istruttore del caso Aljaraque ha disposto che il caso di corruzione contro questo, massimo responsabile del PSOE di Huelva, per una presunta corruzione nella mozione di censura di questo comune.

Pertanto, ha chiesto al Psoe con Caraballo di "applicare gli stessi criteri e argomenti che esigono dagli altri che nessuna persona indagata possa trovarsi in una posizione di responsabilità pubblica".