• Il portavoce del Gruppo Popolare sottolinea che gli emendamenti all'intero  registrato da PSOE, Adelante Andalucía e VOX "non hanno argomenti solidi o reali"
• Difende che sono "i migliori bilanci possibili" e avverte che il suo  l'approvazione "trasmetterebbe fiducia nel futuro dell'Andalusia"

Il portavoce del gruppo popolare nel parlamento andaluso, José Antonio Nieto, ha confidato oggi che i bilanci 2019 preparati dal governo andaluso saranno approvati nonostante la presentazione di emendamenti alla totalità da parte di PSOE, Adelante Andalucía e VOX. Per Nieto, "nonostante questi emendamenti non trovino giustificazione in nessuna linea di Bilancio né abbiano argomentazioni solide o reali, noi continuiamo a negoziare perché la nostra capacità di dialogo è infinita".

Nieto ha descritto i bilanci come "espansivi" ed "eminentemente sociali", con investimenti speciali in sanità, istruzione, dipendenza e creazione di posti di lavoro. Sono bilanci, ha aggiunto, che "contraddicono quel mantra della sinistra che diceva che se il Pp arrivasse al governo finirebbero le politiche sociali, perché è il bilancio più sociale dell'Andalusia".

Allo stesso modo, ha avvertito che stanno buttando a terra anche "quell'altro mantra più recente della sinistra che diceva che se si abbassassero le tasse si ridurrebbe la capacità di spesa ei diritti sociali sarebbero messi in discussione". Su questo punto ha sottolineato che "quello che si ottiene con questo taglio delle tasse non è solo non metterli a rischio, ma consolidarli, renderli più equi, raggiungere più persone e renderli più sostenibili perché aumentano le entrate fiscali".

Allo stesso modo, Nieto ha posto particolare enfasi sull'importanza dell'approvazione dei Bilanci per “trasmettere fiducia” nel futuro dell'Andalusia e promuovere definitivamente lo sviluppo economico e la creazione di posti di lavoro”.

Questo impegno per l'Andalusia è già stato visto di pari passo con il nuovo governo andaluso, ha affermato il popolare. In tal senso, ha ricordato che “da gennaio ad oggi i grandi indicatori economici sono 17 e nessuno di essi ha peggiorato la situazione dell'anno precedente, il che significa che, a ritmi progressivi, l'arrivo del Governo del cambiamento ha trasmesso un sensazione positiva nell'economia andalusa”.

Allo stesso modo, ha evidenziato che per proseguire su questa linea è indispensabile l'approvazione dei Bilanci, in quanto è il principale strumento di promozione economica di cui dispone un governo. “Questi bilanci rispondono a quella realtà, è stata fatta una buona analisi di quella realtà, le risorse sono state applicate a ciò che è più necessario, le linee strategiche di sviluppo dell'Andalusia sono lasciate aperte ed è stato cambiato un paradigma: non più alcuni approvano

Budget per fare propaganda ma approvati per gestirli realisticamente”. Nieto ha concluso affermando che "continuiamo ad avere la mano tesa a tutti i gruppi, in particolare a coloro che hanno reso possibile il cambiamento in Andalusia con il loro sostegno all'investitura in modo che ci trasmettano quelle iniziative che possono essere più utili agli andalusi e che potrebbero portare al loro sostegno a questa legge essenziale per l'Andalusia”. "In questa linea continueremo a lavorare, senza settarismo e senza barriere ideologiche, e con l'atteggiamento positivo di incorporare iniziative di tutti i gruppi".