• Pérez fa il punto sul lavoro svolto dal suo partito e ricorda che da quando era presidente dei popolari sivigliani "abbiamo presentato più di 3.000 iniziative in Parlamento, Municipio e Diputación"
  • Il popolare presidente chiede “un governo andaluso forte e serio, con idee chiare” e assicura che questo governo è possibile solo per mano di Juanma Moreno”

La presidente del PP di Siviglia, Virginia Pérez, ha aperto questo lunedì a Siviglia l'incontro interparlamentare che si sta svolgendo in questi giorni nella capitale andalusa, dove ha affermato che "il Partito popolare è il partito vicino al popolo, il uno che sta in strada e si preoccupa dei cittadini", e ha sottolineato di volere "un governo forte e serio per l'Andalusia, che è possibile solo per mano di Juanma Moreno".

Pérez, che ha fatto il punto sul suo anno e mezzo come presidente del PP di Siviglia, ha ricordato che "nella provincia di Siviglia non abbiamo smesso di lavorare per un minuto". “Abbiamo presentato più di 3.000 iniziative in Parlamento, Consiglio Comunale e Provinciale, abbiamo organizzato 394 eventi pubblici e 186 nella Capitale, abbiamo visitato centinaia di presidi sanitari, scuole, infrastrutture pendenti e abbiamo incontrato persone di ogni tipo di gruppi. Insomma, cerchiamo di rispondere ogni giorno alle richieste dei cittadini”

Virginia Pérez si è rammaricata nel suo intervento che, al contrario,  "I dati su occupazione, salute, istruzione o dipendenza che la provincia di Siviglia sostiene alla fine della legislatura sono devastanti"

Pérez ha ricordato come dalle prime elezioni del Parlamento dell'Andalusia, e fino ai giorni nostri, "la disoccupazione è stata e continua ad essere il problema principale nella provincia di Siviglia, che sostiene 196.114 sivigliani in età e condizioni lavorative che non riescono a trovare un lavoro; per quanto riguarda la Sanità, le liste di attesa sono aumentate del 9,3%, raggiungendo 16.639 pazienti da operare e che sono ancora in attesa; Sono 22.000 le persone in attesa di valutazione per gli aiuti alla Dipendenza in provincia o nell'istruzione oggi, sono 41 i comuni della provincia senza scuole bilingue, ovvero più di 50 conchiglie.

“Questi sono solo una serie di dati che rispecchiano la realtà della provincia di Siviglia, dopo 36 anni ininterrotti di governi socialisti. È chiaro che Susana Díaz non è né interessata né occupata dalla provincia di Siviglia ", ha condannato il presidente popolare.

Il presidente del Pp di Siviglia si è rammaricato che il Consiglio dei ministri tenutosi ieri nella capitale andalusa "sia passato senza che fosse stato affrontato un solo provvedimento per la provincia, soprattutto in termini di infrastrutture".

In questo senso, Pérez ha affermato che "siamo il Partito che si rivolge al popolo, quello che sta dalla parte del popolo e dei suoi bisogni e il nostro obiettivo è ricordare ogni giorno al popolo di Siviglia, in modo che sia chiaro che il prossimo 2 dicembre l'unica garanzia di cambiamento sia il Partito Popolare, con Juanma Moreno presidente di tutti gli andalusi”, ha aggiunto il presidente del Partito Popolare di Siviglia.

Infine, Virginia Pérez ha ricordato "il declino dell'Andalusia in questi quasi quattro decenni di governo socialista",  sottolineando che la capitale di Siviglia "ha iniziato ad aprire gli occhi con il governo del sindaco Juan Ignacio Zoido, li ha chiusi con Juan Espadas e li riaprirà dal XNUMX dicembre quando governa Juanma Moreno e successivamente Beltrán Pérez e Pablo Casado".